Biorisonanza


BIORISONANZA MAI PIU’ SENZA

Dal 2020 nel ns. B&B ci sarà una grossa novità.

Visto l’indispensabile uso di apparecchiature tecnologiche per lo svolgimento della nostra vita quotidiana o del ns. soggiorno in un B&B (cellulare, Wi-Fi, computer, elettrodomestici, apparecchiature elettriche ecc.) e del conseguente continuo aumento delle onde elettromagnetiche (elettrosmog) all’interno degli ambienti, abbiamo deciso di acquistare un’antenna (dispositivo professionale) che lavora con la tecnologia della Biorisonanza secondo Paul Schmidt, per proteggere dalle frequenze nocive i nostri ospiti e preservare il loro benessere psicofisico all’interno dell’ambiente del B&B senza precludere in alcun modo il funzionamento delle apparecchiature, Wi-fi, compreso.

Per tutti gli elettro/ipersensibili certificati, ricordiamo che l’armonizzazione dalle onde ad alta frequenza non arriva al 100% , quindi si consiglia di informarsi bene prima sulle caratteristiche tecniche dell’antenna (HF-Raynatore III).

Cos’è la Biorisonanza?

Il termine biorisonanza è composto da due parti: “bio” che sottolinea la naturalità del procedimento e “risonanza” che si manifesta solo quando si contrappongono due oggetti con le stesse caratteristiche vibrazionali.
La Biorisonanza è una tecnologia basata sulla risonanza della vita: essa consente un’analisi ed un intervento vibrazionale per il riequilibrio energetico degli esseri viventi. Ogni cellula e tessuto ha una propria frequenza e tutto il disequilibrio dell’organismo si traduce in un cambiamento del valore delle frequenze.

Cos’è la Biorisonanza secondo Paul Schmidt ( BsPS)?

E’ una disciplina che con una tecnologia basata sull’uso di frequenze naturali, riequilibra lo stato energetico della persona, nel rispetto delle frequenze emesse dal corpo umano stesso. L’uso di frequenze derivanti dalla natura capaci di innescare dei processi benefici regolatori all’interno dell’organismo è garanzia di sicurezza di bontà della biorisonanza. Ed è per questo che la Biorisonanza non ha alcun effetto collaterale e può essere applicata a chiunque (inclusi i portatori di pacemaker, sportivi, donne in gravidanza, giovani ecc).

Un po’ di storia

Nella seconda metà degli anni 70 l’ingegnere tedesco Paul Schmidt individuò e studiò approfonditamente le numerose relazioni che intercorrono tra l’esposizione dell’organismo a determinati spettri di frequenza e i loro effetti benefici su persone, animali piante. Sulla base di questi studi egli fondò la biorisonanza esogena (che agisce dal di fuori). Le frequenze generate dai dispositivi di biorisonanza mirano a ripristinare l’omeostasi cellulare corretta e riportarla alla normalità.

Chi sono gli elettrosensibili o iperelettrosensibili?

Sono coloro che subiscono in conseguenza dell’esposizione a campi elettromagnetici manifestazioni biologico sanitarie rilevanti, quali: palpitazioni, capogiri, nausee affaticamento cronico, stati ansiosi, depressione, cefalee, disturbi del sonno, della concentrazione, della vista, dei cinque sensi, disturbi del sistema ormonale/muscolare e molto altro ancora. Gli effetti dipendono dalla sensibilità elettromagnetica delle persone e dall’intensità delle onde.

Si ringrazia la New Bio Italia per la concessione dell’uso dei testi e delle foto.

Per informazioni tecniche e sui prodotti, Vi invitiamo a contattare la New Bio S.r.l. www.newbioitalia.com.